Anime Bingo Tournament

/questo è un post totalmente ironico/

L’estate è il periodo perfetto per divertirsi con gli amici attraverso giochi di società e per vedere quegli sconosciuti corti animati di Tomoyasu Murata che sono l’orgoglio di ogni elitista. Ho pensato così di unire queste due attività ricreative assieme ai post ironici dedicati agli Anime Bingo scritti ieri per creare il gioco più stupidamente elitista possibile. Lo scopo del gioco è invero più nobile di quel che si potrebbe pensare, poiché è proprio quello di facilitare la diffusione di titoli che non trovano spazio all’interno di nessuna nicchia di appassionati d’animazione giapponese attraverso arroganti dimostrazioni di nozionismo. All’interno di questo articolo troverete tutte le regole necessarie per cominciare a giocare oggi stesso.

animebingo.jpg
Con un bingo del genere rischiate di perdere a questo gioco.

Avvertenze di varia natura

I bingo che qui vengono presi in considerazione non hanno nulla a che vedere con quelli che vedete sui profili Facebook e Twitter dei vostri amici, utili soltanto mostrare quanto superiori sono i propri gusti.  Non dovete inserire i vostri anime preferiti (se volete vincere, quantomeno). Inoltre, questo non è un gioco da casualoni, se non vi sentite molto investiti dalla vostra passione per i cartoni animati giapponesi Anime Bingo Tournament con ogni probabilità non sarà un gioco divertente o stimolante in alcun modo. Questa è una competizione pensata primariamente per tutti i Detentori di Boring Taste, per gli Elitisti, per gli AnimePr0 e per tutti coloro che si autodefiniscono “esperti di animazione giapponese”. Testate la resistenza e la flessibilità delle vostre lunghe e larghe liste di MAL con questo giochino assieme ai vostri amici più sudaticci durante questa calda estate!

Fasi di gioco

Pre game: in questa fase iniziale occorre stabilire tutte le regole che riguardano il formato di gioco, per non avere delle diatribe con il proprio avversario successivamente.

In-game:

1) Conto alla rovescia della durata di 10 secondi. In questo frangente di tempo si può iniziare a pensare al bingo da comporre ma non si può materialmente costruirlo attraverso programmi dedicati.

2) Fase di composizione del bingo, ovvero il cuore del gioco vero e proprio. Si ha a disposizione per 5 minuti esatti per produrre il proprio bingo e per inviarlo all’avversario.

3) Fase di comunicazione: In questa fase i bingo già contrassegnati vengono scambiati con l’avversario per il conteggio dei punti.

4)Decretazione del vincitore.

Regole di composizione del Bingo

Ogni bingo è composto di 24 caselle standard da riempire con gli anime prescelti dal giocatore più una casella bonus denominata “free zone” che fornisce un punto supplementare all’avversario. Le caselle standard vanno riempite seguendo questi criteri:

  • Tutti i titoli inseriti devono essere anime completati dal giocatore.
  • Non sono ammessi doppioni. È possibile però inserire le cosiddette “versioni alternative” un remake assieme alla sua versione originale, così come un adattamento per il cinema di una serie televisiva.
  • Dal momento che si tratta di un Anime Bingo e non di un semplice Animation Bingo tutti i titoli presenti devono essere produzioni o coproduzioni giapponesi. Titoli come Tekkonkinkreet, Space Dandy, Animatrix ed i sequel di FLCL sono ammessi.
  • Tutti i titoli inseriti devono far parte del formato designato per la partita. Maggiori informazioni nella sezione omonima.

Il tempo massimo di costruzione del bingo durante la partita è di 5 minuti. Lo strumento ufficiale per produrre i bingo si trova su questa pagina web. All’interno di ogni casella deve essere presente il titolo e una locandina ufficiale di quel cartone animato. No fan Art, no caselle anonime. Il giocatore non in grado di completare il proprio bingo in 5 minuti perde a tavolino!

animebingo blank.jpg

Formati

I formati riguardano le tipologie di produzioni (Film, serie televisive, special, OAV, ONA, corti) e le limitazioni riguardo alla data di uscita. È possibile inoltre scegliere un formato omnicomprensivo senza limiti di tipologia e di data.

Assegnazione dei punti

Ogni giocatore contrassegna le caselle in cui sono presenti titoli che ha completato. Ogni casella contrassegnata fornisce 1 punto. Ogni colonna o riga completata fornisce un bonus di 1 punto, pertanto un bingo completo al 100% fornisce un bonus di 10 punti.

È possibile giocare anche con delle regole differenti, per esempio considerando anche gli anime droppati o quelli non ancora completati.

Condizioni di vittoria e pareggio

Viene dichiarato vincitore colui che ha ottenuto il punteggio maggiore. In caso di pareggio i giocatori dovranno produrre un nuovo bingo. Il limite di tempo rimane di 5 minuti ma gli anime incasellati devono differire dal primo bingo prodotto, pena la sconfitta a tavolino!

Regola aurea

Questo gioco, nonostante presenti regole semplici che difficilmente possano essere interpretate male, è completamente basato sull’onestà intellettuale dei giocatori. È possibile barare in molteplici occasioni e persino l’arbitro di gioco non può fare nulla di fronte al giocatore che dice di aver visto completato titoli che non ha realmente visto. Non si può proseguire il gioco senza il necessario livello di onestà intellettuale da parte di entrambi i giocatori coinvolti.

animebingo.png
Non mentite dicendo che avete visto Nami!

Regole da torneo

Come suggerisce il nome, questo è un gioco pensato per tornei ai quali partecipano più di 2 giocatori piuttosto che per dei duelli, per quanto anche questi ultimi risultino fattibilissimi e piuttosto snervanti.

I formati attualmente testati sono i seguenti:

-Per condizioni di vittoria

  • Torneo ad eliminazione diretta singola: si tratta della versione più noiosa, veloce e dove il fattore fortuna conta maggiormente per ora. Le coppie di giocatori vengono formate casualmente e perdere una partita significa uscire dal torneo.
  • Torneo ad eliminazione diretta alla meglio delle tre: sembra piuttosto simile al formato precedente ma può divenire un duello mentale parecchio pesante poiché, similmente ai pareggi, i titoli inseriti nei bingo devono sempre differire da quelli precedentemente utilizzati dal giocatore. Il primo giocatore che arriva a due vittorie elimina il proprio avversario.
  • Torneo a punti: Viene stabilito un numero di partite da giocare e le coppie vengono formate casualmente. Nessun giocatore viene eliminato, il vincitore è colui che ha ottenuto il punteggio più alto dalla somma dei punteggi di tutte le sue partite. Per ora, mi sembra il formato più bilanciato, dove la fortuna conta meno.
  • Torneo con fase a punti e con fase ad eliminazione diretta: Per accedere all’eliminazione diretta occorre aver realizzato almeno un numero X di punti stabilito precedentemente. In alternativa solo i giocatori che non sono stati eliminati tramite eliminazione diretta per un numero X di turni possono poi accedere alla in cui verrà dichiarato vincitore colui che ha ottenuto più punti.

-Per composizione dei partecipanti

  • Singolo: ogni giocatore costruisce un bingo senza consultarsi con nessuno.
  • A squadre muto: 4 giocatori provenienti da 2 squadre differenti si scontrano. Il giocatore non può consultarsi con nessuno, nemmeno con il proprio compagno di squadra, durante la Fase di composizione del bingo. Ad ogni giocatore è assegnato un avversario, vince la squadra che accumula più punti collettivamente.
  •  A squadre con consultazione: 4 giocatori provenienti da 2 squadre differenti si scontrano. I compagni di squadra possono consultarsi tra di loro durante la Fase di composizione del bingo. Ad ogni giocatore è assegnato un avversario, vince chi accumula più punti collettivamente.
  • A gruppi: ogni squadra è formata da un gruppo formato da un numero indefinito di persone che produce un solo bingo. I membri della squadra possono confrontarsi tra di loro durante la fase di composizione del bingo. Durante quella fase devono inoltre designare un “lettore” che, esclusivamente utilizzando le proprie esperienze, contrassegnerà le caselle del bingo avversario.

I tornei di qualsiasi formato presentano tutti la regola del one-can-see-all, vale a dire che ogni bingo prodotto dovrà essere visibile pubblicamente da tutti i giocatori del torneo. A questo modo il livello di difficoltà delle partite aumenterà visibilmente turno dopo turno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...